La Visita oculistica generale

La visita oculistica generale è utile per svolgere un controllo generico sulla salute degli occhi, per ottenere quando necessario la prescrizione per gli occhiali, o per piccoli disturbi agli occhi. Il M.O.D. mette al primo posto la qualità del risultato, ottenuta attraverso un’attenta analisi delle condizioni oculari del paziente. Il paziente inoltre viene assistito costantemente e ogni esame è spiegato nei minimi dettagli. Il M.O.D. infatti si differenzia dagli altri centri anche per una assistenza costante e personalizzata ad ogni paziente.

GLI ESAMI NECESSARI
Gli esami che solitamente si eseguono sono:

  • Autorefrattometria;
  • Tonometria;
  • Endoteliometria;
  • Topografia con Scheimpflug camera;
  • Misurazione degli occhiali in uso;
  • Esame della retina in dilatazione

A seconda della valutazione del medico, alcuni esami potrebbero non essere ritenuti necessari. Se il medico ritiene opportuno approfondire alcuni aspetti, può far effettuare alcuni esami aggiuntivi, tra cui:

  • Visita ortottica;
  • Test di Schirmer;
  • Campo visivo;
  • Biometria;
  • OCT (*).

PRIMA DELLA VISITA
In alcuni casi può essere utile dilatare la pupilla e ciò comporta la vista sfocata per alcune ore. Per i bambini, la dilatazione può durare anche 24 ore. Per questo motivo raccomandiamo di venire accompagnati oppure con mezzi pubblici.

LA PRIMA VOLTA AL MOD
Il paziente che accede per la prima volta alla nostra struttura compila un questionario relativo a:

Anamnesi: il paziente dà notizie sulla situazione generale, presenza di allergie e informazioni sulle eventuali patologie attuali e passate;
Privacy: al fine dello svolgimento della visita è necessario che il paziente acconsenta al trattamento dei dati personali. Il M.O.D. garantisce la massima riservatezza.
Consenso informato alla visita: il paziente viene informato sullo scopo della visita, sui colliri che gli verranno instillati e su quali eventuali disagi potrebbero arrecare, ed autorizza il personale ad espletare gli esami la visita oculistica.

L’ANAMNESI OCULARE
Prima di iniziare la visita il personale raccoglie le informazioni sullo stato generale di salute, occhio compreso. Poi segue la misurazione della vista e l’esame della parte anteriore dell’occhio.

DILATAZIONE DELLA PUPILLA
Al paziente vengono instillate alcune gocce di collirio per dilatare la pupilla, così da permettere al medico oculista di esaminare la parte posteriore dell’occhio (fondo). I tempi di dilatazione possono variare da persona a persona: si dovrà quindi attendere il tempo necessario in sala d’attesa, fino alla perfetta dilatazione della pupilla.

COLLOQUIO COL MEDICO OCULISTA
Dopo aver terminato gli esami, il paziente va a colloquio con il medico oculista per ricevere informazioni sullo stato di salute dell’occhio, discutere la possibilità di sottoporsi all’intervento, le modalità dello stesso, l’esito aspettato e la tecnica migliore da utilizzare per il caso specifico.

SE È NECESSARIO INTERVENIRE
Successivamente al colloquio col medico, in caso di necessità di intervento il personale consegnerà al paziente:

il preventivo personalizzato per l’intervento;
le istruzioni per l’intervento;
la lista degli esami eventuali da svolgere;
il consenso informato personalizzato da portare con sé il giorno dell’intervento, debitamente firmato.