Cataratta – Femtocataratta

La cataratta è una opacizzazione del cristallino. Da un punto di vista epidemiologico, rappresenta la principale causa di cecità nel mondo e una delle principali cause di cecità legale nei Paesi industrializzati. La classificazione della cataratta avviene sia in base all’età di insorgenza, sia in base alla localizzazione e sia in base alla presentazione obiettiva. Per tale motivo distinguiamo:
Cataratte congenite; Cataratte acquisite; Cataratte Senili; Cataratte Traumatiche;
Cataratte Secondarie a patologie sistemiche; Cataratte Secondarie a patologie oculari;
Cataratte Iatrogene (causate da medicamenti)

A seconda della sede di insorgenza della cataratta vengono distinte in:

Cataratte polari anteriori o posteriori
Cataratte nucleari
Cataratte sottocapsulari anteriori o posteriori

Dal punto di vista clinico, a seconda del progressivo grado di diminuzione del visus, si distinguono in:

Cataratte iniziali
Cataratte avanzate
Cataratte intumescenti

Dal punto di vista istopatologico si osserva, sia una denaturazione delle proteine costitutive ( α-β-γ-cristalline) con conseguente perdita della classica forma elicoidale, sia la presenza di depositi di sostanze metaboliche frutto del turn-over cellulare. Questi due processi sono alla base della perdita di trasparenza del cristallino. La sintomatologia legata a tutte le tipologie di cataratta, salvo caratteristiche proprie ad ogni singola entità clinica, è caratterizzata dalla totale asintomaticità, fino ad arrivare ad una diminuzione, anche importante del visus. Essendo comunque un processo con caratteristiche evolutive, in linea generale, salvo alcuni tipi di cataratta congenita, il sintomo principale è una diminuzione progressiva del vista.

Come si cura la cataratta
L’unica terapia in grado di correggere i difetti causati dalla cataratta è quella chirurgica, rimuovendo il cristallino opacizzato e sostituendolo con uno artificiale trasparente. Grazie al laser a Femtosecondi si è messo a punto una nuova metodica detta Femtocataratta. La precisione e rapidità di intervento ottenibile con la femtocataratta non ha eguali. Non tutti i pazienti possono essere sottoposti a questo tipo di intervento, per cui è sempre necessario sottoporsi ad una visita preoperatoria per verificare quale sia la metodica più adatta.

 

Corso Massimo d’Azeglio, 43
10126 – Torino
Tel. 0116633692

Presso la nostra clinica è in funzione l’esclusivo femtolaser Ziemer LDV Z8
che garantisce all’operatore esperto la massima efficienza e rapidità di esecuzione.

Siamo a Torino in c. Massimo d’Azeglio 43
Tel. 0116633692

Il paziente non deve essere spostato da una sala all’altra, ma tutto l’intervento viene eseguito nella medesima sala per garantire un maggiore comfort e sicurezza del paziente.

Vantaggi della Femtocataratta
Le principali complicanze dell’intervento di cataratta tradizionale sono rappresentate da una riduzione della densità di cellule endoteliali della cornea con rischio di perdita di trasparenza corneale (scompenso corneale endoteliale) e da capsulotomie poco precise che rendono più difficoltoso un corretto posizionamento della lente intraoculare e il risultato visivo postoperatorio.

L’intervento di cataratta eseguito con il laser a femtosecondi consente di ridurre significativamente l’energia ultrasonica e quindi la conseguente perdita di cellule endoteliali in virtù della preframmentazione del nucleo e garantisce capsulotomie sempre perfette che consentono un corretto impianto della lente intraoculare. Questo riveste particolare importanza nel caso di impianto di lenti intraoculari ad elevata tecnologia (le cosiddette lenti premium)  che permettono di associare alla correzione dei difetti sferici (miopia ed ipermetropia) anche la correzione di astigmatismo e presbiopia, riducendo significativamente la necessità di utilizzo di occhiali da lontano e da vicino dopo l’intervento.