Astigmatismo

L’astigmatismo è una condizione dovuta ad una deformazione della cornea: le immagini, a qualunque distanza, appaiono indistinte, schiacciate e distorte lungo una certa direzione che dipende da quella dell’asse dell’astigmatismo. Normalmente la cornea ha una forma sferica; nell’occhio astigmatico, invece, essa presenta un profilo ellissoidale (ovale). Essendo, dunque, la curvatura della cornea irregolare, non uniforme, i raggi luminosi provenienti dagli oggetti non vengono rifratti ugualmente in tutte le direzioni, ma cadono su piani diversi tra loro rispetto alla retina.

L’astigmatismo può essere classificato in diverse tipologie:

Corneale: quando è causato da un’anomalia della curvatura della cornea. Interno: quando è causato da alterazioni interne dell’occhio, ad esempio il cristallino, la nostra lente naturale.

 

E’ un difetto di refrazione che non si può prevenire, ma può essere facilmente diagnosticato con  un esame oftalmologico completo e trattato mediante l’impiego di occhiali, lenti a contatto o attraverso un trattamento chirurgico. La correzione dell’astigmatismo infatti è facile e con le tecniche di oggi (Laser a eccimeri o impianto di lenti toriche) è possibile eliminare questo difetto, e i difetti associati, in modo definitivo.

Come si corregge l’astigmatismo
Esistono diverse tecniche di chirurgia refrattiva per la correzione efficace dell’astigmatismo, come il laser a eccimeri utilizzato nella tecnica Lasik, e PRK/Lasek. Quando non si può intervenire con la tecnica Laser, si procede con un impianto di lenti intraoculari, di solito lenti toriche. Si può correggere non solo l’astigmatismo, ma anche gli altri disturbi visivi connessi quali la miopia, l’ipermetropia o la presbiopia.